Curare vene varicose a Milano: la tecnica laser

Posted on

Nella maggior parte dei casi non occorre effettuare nessuna operazione chirurgica per dire addio alle vene varicose ma basta semplicemente affidarsi alla cura giusta.

Molti sono i pazienti che adottano tecniche per rimediare al problema delle vene varicose, ad esempio sollevare le gambe o sottoporsi a dei massaggi particolari. Questa tecnica va ad occludere una delle due vene safene ponendosi così come alternativa agli interventi tradizionali, ben più invasivi. Questi tipi di interventi sono quelli effettuati nella quasi totalità dei centri che si occupano di questo tipo di chirurgia ed offrono buoni risultati nell’ 80-85% dei pazienti trattati. Si è visto però che questo intervento, pur inizialmente efficace (naturalmente se eseguito a regola), a distanza di qualche anno viene seguito dalla formazione di nuove varici (recidiva). LA MALATTIA VARICOSA La patologia alla base delle vene varicose e delle teleangectasie (capillari) degli arti inferiori è l’insufficienza venosa. Per eliminarle è possibile sottoporsi alle seguenti cure e terapie: scleroterapia, laser chirurgia e radiofrequenza laser. Tra i possibili effetti collaterali ricordiamo: La laser chirurgia invece, a differenza della scleroterapia serve per curare capillari al di sotto dei 3 mm. A differenza della scleroterapia, il trattamento di laser chirurgia non effettua né tagli né iniezioni, prevede dalle 2 alle 5 sedute a ciclo, dalla durata di 1520 minuti circa. L’intervento di safenectomia può essere consigliato quando un paziente è affetto da varici, definite come una dilatazione permanente delle vene del circolo venoso superficiale.

Le vene varicose sono vasi ingrossati che provocano un ristagno di sangue soprattutto negli arti inferiori. Vediamo i sintomi e le cure

  • Compressione con calza elastica
  • Interventi di stripping
  • Scleroterapia
  • Procedure con laser, vnus closure e superglue.

L’ablazione laser endovenosa è una tecnica mininvasiva e all’avanguardia nel trattamento dell’insufficienza venosa superficiale, causa delle vene varicose.

4) SONO NECESSARIE MOLTE SEDUTE Il trattamento laser dei capillari delle gambe non richiede mai più I capillari rossi sulla pelle così come le vene varicose, si possono affrontare con le terapie sclerosanti e il laser. Con questo laser è possibile eliminare in pochi minuti tutti gli inestetismi cutanei come couperose, angiomi e capillari dilatati delle gambe, capillari ai lati del naso o intorno alle labbra. La chirurgia con laser è piu comoda per i pazienti perché non si utilizzano aghi nè si fanno incisioni. Ci sono vari tipi di laser che possono essere utilizzati per trattare le vene varicose e le teleangectasie sia sulle gambe che sul viso o su altre zone del corpo. Le vene varicose nella maggior parte dei pazienti, causa lieve o moderato dolore, coaguli di sangue, ulcere della pelle, o altri problemi. Il sistema VenaSeal è indicato per i pazienti con sintomatiche superficiali vene varicose delle gambe. La terza possibilità è quella di ricorrere alla chirurgia emodinamica conservativa (CHIVA) che con un intervento mini-invasivo permette di conservare la safena eliminando le inestetiche vene varicose. Questo dispositivo medico permette il trattamento con radiofrequenza delle varici degli arti inferiori con una tecnica mininvasiva.

QUALI SONO I POSSIBILI BENEFICI DELLA FOTOCOAGULAZIONE LASER DELLE VENE VARICOSE?

  • Le vene devono essere trattate?
  • Qual è il miglior tipo di trattamento?

Per affrontare il problema delle vene varicose sono disponibili diversi tipi di cure che si suddividono in: Questi trattamenti possono essere effettuati singolarmente, oppure in associazione.

recente tecnica per la cura delle vene varicose ed è Da poco tempo è a disposizione una tecnica innovativa che permette in assenza di anestesia e di dolore la cura delle varici degli arti inferiori? Spesso i capillari sono nella stessa sede della cellulite e con la scleroterapia e il laser non si hanno i risultati sperati. La scleroterapia trova indicazione soprattutto nel trattamento delle teleangectasie (i cosiddetti capillari) e varici reticolari, che rappresentano un disturbo estetico, molto frequente nella donne, a livello degli arti inferiori. Quella del laser è una tecnica che, a fronte di un risultato finale assolutamente al top, garantisce un impatto dell’intervento molto ridotto». Anche le varici gastriche possono apparire in pazienti con trombosi della vena splenica, dove le vene gastriche corte drenano il fondo del flusso dello stomaco. La tecnica Closure Fast è indicata in tutti i casi nei quali i pazienti soffrano di varici causate da un’insufficienza venosa del tronco della vena grande safena. La metodica di occlusione della vena safena con Closure Fast è una tecnica ambulatoriale efficacissima nella cura delle varici degli arti inferiori. E’ importante che, qualunque sia la tecnica utilizzata, la chirurgia delle vene sia quanto più possibile attenta all’estetica, in quanto le pazienti in genere sono donne.

Curare vene varicose a Milano: la tecnica laser

  • Sensazione di pesantezza, calore e a volte dolore alle gambe
  • Crampi notturni
  • Gonfiore delle caviglie, maggiore alla sera
  • Prurito alla gambe
  • Formicolio alla gambe

< 1 giorno 1 Valutazioni dei pazienti 2.400 € – 3.500 € Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica Bologna Roma, Lamezia Terme 9 anni di esercizio della professione Risposta: 99%,

< 1 giorno 7 Valutazioni dei pazienti Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica Bologna Roma 33 anni di esercizio della professione Risposta: 98%, < 1 giorno 5 Valutazioni dei pazienti Chirurgia Generale Bologna Olbia 24 anni di esercizio della professione Risposta: 100%, Questi interventi sono detti anche Intervento di Termoablazione e si possono fare sia con il Laser ( EVLT) che con la Radiofrequenza (RF). Titolo in Italiano : L’incidenza nelle statistiche ospedaliere del tromboembolismo venoso in pazienti sottoposti a chirurgia delle vene vaicose. L’incidenza aumenta fino a 1,26% se contemporaneamente al trattamento laser viene effettuata una flebectomia ( asportazione delle vene visibili con piccole incisioni) o nel trattamento della piccola safena. I laser vascolari sono il trattamento di elezione per i capillari del viso e delle gambe. La maggior parte dei pazienti tollerano il laser per i capillari senza dover ricorrere all’anestesia. Si tratta di una tecnica non invasiva, che non necessita di intervento chirurgico, che viene utilizzata per il trattamento delle vene varicose. In particolare la tecnica chirurgica consolidata consiste nell’asportazione della vena grande safena – safenectomia – e delle eventuali vene collaterali dilatate.

Rimozione di vene varicose trattamento laser Milano - rimozione delle vene varicose sul prezzo gambe Portici

La persona non viene sottoposta ad anestesia e ogni intervento sui capillari delle gambe può durare dai 15 ai 60 minuti.

Il paziente può sentire del bruciore per qualche ora dopo l’intervento sui capillari delle gambe. La CHIVA è un intervento come lo è la bruciatura della safena con il laser o lo stripping (asportazione chirurgica) ? Le vene varicose sono una malattia con molteplici aspetti e varianti , alcune delle quali riguardano la Giunzione Safeno Femorale, e la scelta dell’intervento dovrebbe tenerne conto. Le vene varicose si possono curare anche tramite un intervento chirurgico che permette di asportare le varici. Per curare le vene varicose solitamente si procede all’esportazione della vena safena, distretto venoso degli arti inferiori. Molti pazienti non sono pertanto candidati ideali per questa tecnica. Tra le nuove soluzioni naturali per eliminare i capillari visibili sulle gambe, ci sono le soluzioni fisiologiche ipertoniche: acqua salata concentrata sterile, senza l’ applicazione di liquidi chimici. condividilo sui Social La EVLT (Endo Venous Laser Treatment) è una tecnica mini invasiva per trattare le vene varicose e l’insufficienza della vena safena. L’EVLT è utilizzata per trattare pazienti con vene varicose e insufficienza della vena safena.

Curare vene varicose a Milano: tecnica laser

Tra le cure invasive ci sono le operazioni chirurgiche, il laser e la chiusura della vena con specifiche sostanze.